INAIL.BANDO.ISI.2015L'Inail ha approvato le  linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici alle imprese che investono in sicurezza – Bandi ISI 2015 e bandi a valutazione FIPIT 2014.

Il consiglio di indirizzo e vigilanz ha deliberato per i Bandi ISI 2015 di confermare le risorse economiche previste e di integrare le risorse economiche con i residui disponibili dei bandi ISI precedenti.

Inoltre è stato disposto anche di incrementare le risorse economiche per un importo di 20 milioni di euro già preventivato per il bando a graduatoria 2015 riservato al settore del terziario, impegnando gli Organi di gestione a realizzare tale bando nel primo quadrimestre 2016 con oneri a carico delle risorse ISI 2016, di incrementare le risorse economiche con le economie del bando ISI 2014 derivanti dalla mancata presentazione delle domande di finanziamento da parte delle imprese ammesse, di verificare nel percorso di elaborazione del prossimo provvedimento di assestamento al Bilancio di previsione 2015 la possibilità di destinare, in via straordinaria, ulteriori risorse al bando ISI 2015,

E stato anche deciso di confermare la percentuale del contributo in conto capitale, l’importo massimo erogabile, i criteri di assegnazione dei punteggi e la soglia per l’accesso alla selezione, previsti nel bando ISI 2014.
Infine è previsto, in caso di mancata presentazione, entro 30 giorni dalla formale comunicazione degli esiti, della documentazione richiesta alle imprese ammesse alla erogazione del contributo, lo scorrimento delle graduatorie nei limiti delle risorse che si renderanno disponibili. Verrà predisposto inoltre un separato bando per il comparto agricoltura. Chiedi informazioni

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

INAIL - DELIBERA

Linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici alle imprese che investono in sicurezza – Bandi ISI 2015 e bandi a valutazione FIPIT 2014.


il consiglio di indirizzo e vigilanza, ritenuto che l’impianto generale che regola i criteri e le modalità di erogazione degli incentivi economici alle imprese che investono in sicurezza vada confermato in quanto:

 

  • - risulta adeguato a privilegiare le micro, piccole e medie imprese;
  • - è idoneo nell’orientare gli incentivi in direzione delle imprese con lavorazioni con tasso di tariffa più elevato e, quindi, caratterizzate da rischi rilevanti;
  • - promuove la collaborazione tra le imprese con le strutture paritetiche, gli Organismi bilaterali, le Parti sociali e i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  • - garantisce livelli di omogeneità distributiva delle risorse a livello territoriale fatta salva la peculiarità dei differenti sistemi produttivi;


pertanto ha deliberato quanto segue:


PER I BANDI ISI 2015:


- di confermare le risorse economiche già previste  e di integrare le risorse economiche.


- di verificare nel percorso di elaborazione del prossimo provvedimento di assestamento al Bilancio di previsione 2015 la possibilità di destinare, in via straordinaria, ulteriori risorse al bando ISI 2015;


- di confermare la percentuale del contributo in conto capitale, l’importo massimo erogabile, i criteri di assegnazione dei punteggi e la soglia per l’accesso alla selezione, previsti nel bando ISI 2014;


- di prevedere, in caso di mancata presentazione, entro 30 giorni dalla formale comunicazione degli esiti, della documentazione richiesta alle imprese ammesse alla erogazione del contributo, lo scorrimento delle graduatorie nei limiti delle risorse che si renderanno disponibili;


- di prevedere per le imprese che, pur ammesse all’erogazione del contributo, abbiano omesso, nei termini previsti dal bando, di presentare la domanda di finanziamento corredata dalla prevista documentazione, l’invio di una segnalazione che la reiterazione di tale comportamento produce l’esclusione alla partecipazione ai bandi ISI successivi;


- di impegnare gli Organi di gestione a predisporre un separato bando per il comparto agricoltura. Tale bando sarà, in accordo con le Istituzioni italiane titolate, preventivamente notificato e/o comunicato alla Commissione europea al fine di ottenere, per tali finanziamenti, la deroga al computo degli stessi nel calcolo del de minimis. A tale specifica iniziativa sarà destinato il 10% delle risorse complessivamente previste per gli interventi di incentivazione al miglioramento della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Qualora l’iter europeo non si concludesse positivamente, in termini compatibili con i vincoli gestionali dell’Istituto, opereranno anche per questo bando i limiti del de minimis vigenti per lo specifico comparto;


- di prevedere adeguate modalità affinchè nel bando ISI 2015 sia garantito ai finanziamenti dei progetti finalizzati alla bonifica dei materiali contenenti amianto, il 30% delle risorse complessivamente destinate a tale bando, al netto di quelle specificatamente previste per il bando agricoltura;

- di impegnare gli Organi di gestione ad implementare, entro il terzo trimestre 2016, nuove funzioni del cruscotto strategico per il monitoraggio e la consuntivazione dei dati ISI, al fine di consentire adeguate valutazioni sull’efficienza e sull’efficacia del sistema di incentivazione;


- di proseguire, alla luce delle difficoltà di accesso al credito bancario segnalate dalle imprese, le iniziative per favorire l’accesso al credito delle stesse per la realizzazione dei progetti prevenzionali.
per i Bandi a valutazione FIPIT 2014:


- di destinare le eccedenze delle risorse destinate al settore agricolo al settore edile, fino alla concorrenza delle risorse disponibili in ogni singolo bando regionale.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI


CAMPANIA MINIBOND

CAMPANIA MINIBOND

PRE-FATTIBILITA' GRATUITA

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

 

MACCHINARI INNOVATIVI

MACCHINARI INNOVATIVI SUD 2019 CHIEDI INFO

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

IMPRESE SOCIALI E ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

NUOVI CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2017 2018

SMART & START ITALIA

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

BENESSERE GIOVANI 2

CAMPANIA BENESSERE GIOVANI 2

LEGGE MEZZOGIORNO

DECRETO MEZZOGIORNO

MISE: NO PROFIT, IMPRESE SOCIALI, ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

CAMPANIA PSR INTERVENTO 8.6.1

campania intevento 861 investimenti forestali

MISE, AZIENDE VITTIME DI MANCATI PAGAMENTI

finanziameti.alle.pmi.vittime.di.mancati.pagamenti

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CAMPANIA PSR INTERVENTO 6.2.1

CAMPANIA INTERVENTO 621 ATTIVITà EXTRA AGRICOLE IN ZONE RURALI

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUI CONTRIBUTI E LE AGEVOLAZIONI? ABBONATI.

ABBONAMENTO XABBONATI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

CAMPANIA PSR INTERVENTO 7.6.1

cammpania psr intervento

CAMPANIA START UP INNOVATIVA

CAMPANIA START UP INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

MISE, CAMPANIA E CALABRIA ACCORDI DI PROGRAMMA

MISE CONTRATTI DI SVILUPPO CAMPANIA E CALABRIA

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD

BANDI EUROPEI

programmi europei a gestione diretta

CAMPANIA: Agricoltura PSR, pubblicate le informativei relative a 23 bandi di attuazione

CAMPANIA AGRICOLTURA PSR 23 NUOVI BANDI IN ATTUAZIONE

AUTOIMPRENDITORIALITA'

CAMPANIA AUTOIMPRENDITORIALITA

PSR AGROINDUSTRIA MISURA 4.2.1.

CAMPANIA PSR MISURA 421 TRASFORMAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI AGROINDUSTRIA

AREE INDUSTRIALI

campania aree di crisi indusrtriale

NUOVA SABATINI 2017-2018

Misura 4.1.1. Investimenti nelle Aziende Agricole

CAMPANIA.PSR MISURA.411

Iscriviti alla Newsletter gratuita

PSR 2014-2020

CAMPANIA.PSR 250

CREDITO DI IMPOSTA 20%

credito.di.imposta.20.2016.2019

CERCA

FONDI EUROPEI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
fino a 12.500.000 euro

FONDI BEI

FONDI.BEI

PER LE IMPRESE ITALIANE

CHIEDI INFORMAZIONI

 

Internazionalizzazione: Programmi di inserimento sui mercati esteri

Misura 6.1.1. - Primo Insediamento Giovani Agricoltori

PSR.AZIONE.611.GIOVANI.AGRICOLTORI.PRIMO.INSEDIAMENTO

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

VISITA ITALIA CONTRIBUTI

VI INTERESSANO I CONTRIBUTI PER ALTRE REGIONI?

logobisbordino.250

CLICCA E VEDI LE ALTRE REGIONI